Cos'è la chiropratica?

La salute, come definita dall’organizzazione mondiale della sanità è lo “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia”;
Con la nascita della medicina scientifica (alla fine del Settecento) nasce il modello bio-medico il quale si occupa più della malattia più che della salute, delle condizioni di vita e lavorative della popolazione. Nel XX secolo si sviluppa una settorializzazione medica per cui l’individuo viene identificato come l’unione di più “parti” o “organi” negando così l’individuo come persona.

Il concetto di salute globale al contrario, porta con sé una concezione della persona come unità psicofisica interagente con l’ambiente circostante che è il presupposto per “una promozione ed educazione alla salute”; La Chiropratica è per definizione una scienza medica olistica, vale a dire che si concentra e si occupa della salute del paziente sotto molti punti di vista: fisico, biochimico, emotivo (e in alcuni casi anche elettro-magnetico).

La parola Chiropratica deriva da due termini greci: Keir (mano) e praxis (pratica) e significa: eseguito tramite le mani, ovvero lavorare con delle mani che pensano.

La chiropratica si occupa della diagnosi e del trattamento di disfunzioni del sistema muscoloscheletrico e dei loro effetti sul sistema nervoso. Il principio fondante della chiropratica è che il nostro corpo è un organismo in grado di autoregolarsi e guarirsi da solo. Questa innata capacità di auto guarigione è dovuta al sistema nervoso nella sua funzione ottimale. Il sistema nervoso, che controlla ogni altro apparato del corpo, è come una strada a doppio senso.

Esso infatti, tramite i nervi periferici, riceve informazioni dai nostri organi e tessuti e le porta al cervello, dove queste vengono analizzate ed elaborate al fine di produrre una risposta che verrà poi trasmessa, tramite il midollo e i nervi spinali, ad ogni singola cellula del nostro corpo affinché si mantenga uno stato ottimale di salute. Il midollo spinale, in altre parole l’estensione del cervello, è situato all’interno della colonna vertebrale. Quest’ultima è una struttura mobile e dinamica, e in quanto tale, è soggetta a blocchi o alterazioni.

Quando occorre una di queste due condizioni, si crea tensione o pressione sui nervi spinali, che sono il canale di comunicazione tra il sistema nervoso e il resto del corpo, fornendo dunque al cervello informazioni incomplete o scorrette. In chiropratica chiamiamo questi blocchi e pressioni: SUBLUSSAZIONI vertebrali.

Le sublussazioni, se presenti per lunghi periodi, possono logicamente diventare causa di dolori articolari, e se non vengono adeguatamente trattate possono indebolire i muscoli provocando squilibri ad altre strutture, come i dischi intervertebrali, causando in ultima analisi, anche delle ernie.
La salute è il risultato di un equilibrio fra tre fattori, che possiamo immaginare come i lati di un triangolo equilatero, chiamato il triangolo della salute. Questi tre fattori sono:

  • Struttura
  • Metabolismo
  • Psicologia

I tre lati del triangolo sono in continua interazione: il problema di ognuno di questi può ripercuotersi sugli altri.

Contattami per prenotare la prima visita o chiedere informazioni