Chiropratica & Mal di testa

Share on facebook
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on email

Qualunque tipo di fastidio o dolore è sintomo del fatto che non si gode di una salute ottimale, e quindi che qualche sistema o apparato del nostro corpo non stia svolgendo i propri compiti, in maniera appropriata, pertanto rendendo complicato l’adattamento agli stimoli interni e/o esterni.

Con questo articolo approfondiremo i mal di testa e le sue cause.

Essendo il mal di testa un campanello d’allarme del malfunzionamento del nostro corpo, ha più senso cercare di risalire alla causa scatenante per risolverlo, piuttosto che focalizzarsi sulle caratteristiche del campanello d’allarme stesso.

Analizzando i segnali che ci manda il corpo attraverso test chiropratici e kinesiologici specifici, ci si può accorgere che talvolta i mal di testa possono essere il risultato di problemi digestivi. Solitamente questo mal di testa, nella classificazione medica,  viene descritto come muscolo-tensivo, pertanto è possibile che un aggiustamento cervicale riesca ad alleviarne la presentazione sintomatica, tuttavia non avrà un effetto risolutivo né duraturo. Questo tipo di mal di testa, infatti, continuerà a saltar fuori finché non verrà ripristinato il corretto funzionamento dell’apparato digerente. In definitiva, è di vitale importanza fare una corretta diagnosi chiropratica, per poter poi effettuare degli aggiustamenti più specifici che correggeranno la disfunzione dell’apparato digerente.

Col tempo e la pratica abbiamo osservato che il margine di miglioramento dei pazienti, sia in termini di tempo che di completezza della guarigione, è direttamente proporzionale alla dedizione del paziente nel seguire i consigli che il dottore in chiropratica gli raccomanda. Sappiamo benissimo, che non è sempre facile attenersi a delle indicazioni precise, specialmente con lo stile di vita che si adotta nel mondo odierno, tuttavia bisogna ricordare ai pazienti che la salute di ciascuno è responsabilità individuale, non del chiropratico. Questo appunto lo ho voluto fare, per chiarificare a tutti che la guarigione, specialmente se ricercata tramite approcci naturali e conservativi, richiede del tempo, anche perché ci è voluto molto tempo anche per compromettere la propria salute, prima di far uscire fuori qualunque tipo di sintomo.

Volendo approfondire la situazione del tratto digerente, posso affermare che, nel nostro paese, gli squilibri intestinali sono i maggiori responsabili dei mal di testa.

Bisogna ricordare che la nostra alimentazione spesso include l’assunzione di cibi infiammatori, come zuccheri, carboidrati raffinati, lieviti, latticini etc… Questi alimenti possono perpetuare lo stato infiammatorio, pertanto rallentando se non addirittura bloccando il processo di guarigione che si intraprende con i trattamenti chiropratici e di conseguenza, anche i risultati che si ottengono con gli aggiustamenti, possono variare considerevolmente in termini di rapidità e durata. E’ quindi vitale che chiropratico e paziente remino nella stessa direzione. Inoltre è importante ricordare che laddove esista il dolore, ci sarà anche uno stato infiammatorio, che, se mantenuto nel tempo, può arrivare alla corteccia cerebrale e contribuire allo sviluppo di condizioni degenerative.

Un’altra possibile causa per il mal di testa è la diminuita capacità dello stomaco di secernere i famosi succhi gastrici, responsabili della disinfezione del cibo ingerito. Il fatto che vengano secreti meno succhi gastrici comporta anche il sopraggiungere di una problematica come il bruciore di stomaco.

Il mal di testa potrebbe anche essere provocato da un’inadeguata attivazione del sistema immunitario e del sistema linfatico. E’ possibile che il sistema immunitario non riesca a portare a compimento il proprio lavoro e il sistema linfatico ne rimane testimone. Il compito del sistema immunitario è di raggruppare tutti gli scarti del nostro corpo che ancora non sono stati espulsi, mentre il sistema linfatico è coinvolto nell’eliminazione di agenti patogeni quali: virus, batteri e parassiti.

Non è raro osservare che il sistema immunitario e il sistema linfatico continuino a portare avanti il proprio lavoro sebbene il paziente sia di fatto guarito e l’agente patogeno sia stato rimosso. Questo iper-funzionamento potrebbe diventare causa scatenante di un mal di testa.

Anche uno squilibrio ormonale è in grado di provocare mal di testa. Un mal di testa che spesso affligge le donne in procinto del ciclo mestruale che segna per l’appunto un cambiamento nell’attività endocrina delle pazienti. A tal proposito è importantissimo ricordare che per produrre c’è bisogno di proteine e grassi di alta qualità. Qui ci riagganciamo al discorso della qualità del cibo che mangiamo. Inoltre, gli ormoni sono regolati da meccanismi neurologici legati al funzionamento di specifiche aree del cervello e quindi rispondono positivamente ad un adeguato intervento del dottore in chiropratica. La strategia del chiropratico, una volta individuata la causa primaria del mal di testa, solitamente consiste nel localizzare la sublussazione chiropratica primaria, la cui correzione migliorerà lo stato di salute del paziente.